Calendario

Andare in basso

Calendario

Messaggio Da Master Sughero il Mer Ago 31, 2016 7:24 pm

Il sole compie un' orbita di 365 giorni intorno a Galandur, visitando i 12 mesi in un percorso prefissato che non muta mai. Orebot, la grande luna, cresce e cala in un ciclo fisso mensile.

Mesi dell' anno e rispettivi giorni (ore di luce)

Piovoso 31                    (8-18)
Ventoso 28                       (8-18)
Germinale 31                    (7-19)
Floreale 30                       (6-19.30)
Pratile 31                          (5.30-20)
Messidoro 30                    (5-20)
Termidoro 31                    (5-20)
Fruttidoro 30                     (6-18)
Vendemmiaio 31                (6.30-16.30)
Brumaio 30                       (6-16)
Firmaio 31                         (7-17)


Festività del Reame di Valor

Primo Piovoso
Si festeggia l' inizio del nuovo anno.
Nelle regioni meridionali si festeggia con tavole imbandite accompagnate da danzatori e teatranti, lussuose spezie esotiche e botti di vino pregiato. Si tende a tirar tardi fino a mattina  e il secondo piovoso le cittadine sono completamente spente tanto che è ormai entrato nella consuetudine considerarlo esso stesso una festività.
Nel settentrione , vista la scarsità di risorse alimentari, è considerato uno spreco inutile banchettare per le festività; su , a Nord,  ci si limita al necessario per soddisfare l' appetito. La portata principale ,infatti, è la birra e il conifero suggella l' apoteosi finale , un distillato ottenuto dalla fermentazione di una radice.


Ventotto Ventoso
Si rappresenta la fine dell' Era degli Arcani inscenando per le strade e nelle piazze piccole commedie teatrali ambulanti sulla disgrazia dei tempi bui, con maghi impiccati e pupazzi di stregoni dati alle fiamme. A seguire le taverne e le locande preparano il famoso stufato di mago: scarti e interiora di ovini adulti con bacche dolci locali

Primo Floreale
Con la fine della stagione fredda e primi timidi colori che si riaccendono tutto il reame si concede una settimana di grazia. Ogni paese, città o villaggio più sperduto ha il suo tipico modo di inneggiare alla fine del freddo , ma in tutti si suggella la fine della settimana d' oro (cosi chiamata) portando un idolo nella piazza principale. Tra le più stravaganti quella di Yalari dove , appena il sole cala, un gruppo delle donne più formose del paese entrano in piazza portando a spalla un tronco d' albero scavato a forma di pene ricolmo di ogni cibaria.

Decimo Termidoro
La data su cui gli storici hanno concordato l' inizio dell' Era della Rinascita dei Reami. Festività relativamente giovane , istituita circa un secolo fa. Considerato l' anno zero come data di inizio della nuova era e che , al momento di questo scritto, decorre la data del 233 , è opinione comune recuperare quel secolo perso prolungando e gonfiando i cerimoniali e le varie liturgie. Comunemente , oltre a qualche fantoccio di mago bruciato, si usa organizzare tornei e giochi con le armi, anche mortali.

Decimo Fruttidoro
La festa della raccolta del grano e della frutta. Molto sentita sopratutto al sud , rappresenta la soddisfazione per i ricavi della semina. Si usa celebrare con del vino nuovo , ancora acerbo, e nottate nelle locande dedicate alla prostituzione.

Primo Vendemmiaio
La prima raccolta nei vigneti che produce un vino quasi decente è tenuta in grande considerazione dagli assaggiatori ufficiali. A fianco ad una festa popolare dove baldoria e schiamazzi la fanno da padrone, i mastri vinai più importanti tengono banco,nelle città più grandi,  dando vita ad una gara di assaggi ufficiale molto rigorosa e formale.

Trenta Vendemmiaio
La fine di vendemmiaio è l' inizio del freddo , sopratutto a settentrione, e la liturgia risalente all' era precedente prevedeva un cerimoniale per ingraziarsi le divinità naturali. Ogni cittadina aveva una propria variante ma nella sostanza il rituale prevedeva nel sacrificare un infante appena nato trafiggendolo con un pugnale al cuore. Con la fine dell' epoca dei maghi questo rituale è svanito ed oggi giorno si festeggia la nascita e, solo per questo giorno, è uso che i bambini possano fare richieste agli adulti. Nelle zone meno urbanizzate , nell' entroterra sopratutto, si dice che il rituale dell' infante sia ancora in corso, nonostante il Reame di Valor lo abbia messo fuori legge da almeno due secoli.

Quinto Brumaio
In questi tre giorni si ricordano tutti i riti funebri dell' anno. Nel primo giorno si mantiene una certa morigerata serietà in osservanza e ricordo dei morti , poi si fa la più delle classiche baldorie reali per i giorni seguenti.
avatar
Master Sughero

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 28.08.16
Località : Lagoros

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum